Comune di Magnano in Riviera

Contrassegno invalidi

A partire da settembre 2012, il tagliando arancione è stato sostituito dal "Contrassegno europeo" valido per tutti gli stati membri della Comunità Europea (Decreto n.151 del 30 luglio 2012).
Il nuovo permesso consente ai cittadini italiani con disabilità di usufruire delle agevolazioni relative a circolazione e sosta dei veicoli nei Paesi della Comunità Europea, evitando il rischio di contravvenzioni.
Il contrassegno è strettamente personale (utilizzabile quindi solo in presenza dell'intestatario), non è vincolato ad uno specifico veicolo, né subordinato al possesso della patente di guida.
E’ sufficiente che l'intestatario lo esponga sul parabrezza del veicolo quando è alla guida o è accompagnato da terzi.
Se il contrassegno non è esposto il veicolo non è autorizzato a sostare o circolare usufruendo delle deroghe di cui al punto successivo e sarà sanzionato di conseguenza. Nemmeno la produzione successiva del contrassegno con la dichiarazione del titolare consentirà l’annullamento del verbale, poiché è solo l'esposizione del titolo personale che garantisce la concessione delle particolari agevolazioni riconosciute dalla legge. In tal senso si è pronunciata anche la Corte di Cassazione civile con sentenza del 4 maggio 2005, n. 8425.
Il contrassegno invalidi, se esposto sul veicolo al servizio effettivo del titolare dello stesso e sempre che la sosta non rechi grave intralcio, permette di: Il contrassegno invalidi, anche se esposto, non autorizza alla sosta nei luoghi dove questa è vietata dalle principali norme di comportamento (marciapiedi, spazi per i mezzi pubblici, in corrispondenza o prossimità delle intersezioni, contro il senso di marcia, sugli attraversamenti pedonali e ciclabili, sulle piste ciclabili, negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia, ecc. e in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio).
La durata del contrassegno dipende dal periodo indicato nel certificato del medico legale. La durata massima è di 5 anni anche se l'invalidità è permanente.
Per maggiori informazioni sulla sosta e circolazione negli altri paesi dell'Unione europea vedi "Contrassegno europeo per disabili" al sito dell'ACI
 
Dal tagliando arancione al contrassegno europeo
Chi è già in possesso del vecchio tagliando arancione, ha tre anni di tempo per poterlo sostituire col contrassegno europeo (entro settembre 2015).
È possibile rinnovarlo al momento della scadenza oppure, qualora sia necessario utilizzarlo prima, è sufficiente presentarsi all'ufficio permessi con due fotografie e il vecchio contrassegno arancione. In caso di impossibilità a presentarsi di persona, poichè nel nuovo contrassegno è necessaria una firma, può essere inviato il rappresentante legale con la delega.
 
Per un nuovo permesso In alternativa alla certificazione medica di cui sopra, può essere prodotta copia del verbale della Commissione Medica integrata riportante anche l'esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi; il richiedente dovrà in tal caso autocertificare, mediante barratura dell’apposita casella, che la copia è conforme all’originale e che quanto ivi attestato non e' stato revocato, sospeso o modificato.
 
Per rinnovo permesso
(N.B. Non sono rinnovabili i permessi rilasciati sulla base di un certificato con periodo limitato) Ulteriori informazioni sono disponibili consultando il sito dell'Azienda per l'assistenza sanitaria n. 4 Friuli Centrale  e il sito della Direzione territoriale ACI di Udine